giovedì 12 novembre 2009

Risposta a Zeitgeist.

Zeitgeist è un film su internet che ha la pretesa di mettere in guardia la gente dagli inganni. A me sembra che è stato concepito da qualcuno che è stato egli stesso disingannato e mette in mostra niente altro che il suo grande disinganno, ma in quanto a proposte concrete c'è ben poco! Zeitgeist parla dell'inganno dell'11 Settembre, di cui io non parlerò qui, ne ho già parlato, della truffa del signoraggio bancario: una volta c'erano i signori che si arricchivano coniando le monete, oggi questo arricchimento illecito è fatto dalle banche. Ma prima di queste due cose Zeitgeist ha la pretesa di mettere in guardia dalla “campionessa più grande di tutti i tempi di stronzate”, così dice, che sarebbe “la religione”! Il modo in cui ne parla è veramente di un profilo spirituale molto basso, si vede che il creatore di Zeitgeist non ha mai fatto affidamento alla “religione”. Non avendoci mai creduto e quindi avendo accumulato poco o nessun tesoro davanti al Creatore, adesso ha persino la pretesa di mettere in guardia gli altri sul pericolo della religione! Come se davvero la religione fosse un pericolo in un mondo dove, a detta di Zeitgeist “ogni istituzione vi ha mentito”! Questo è il taglio del film: affermazioni categoriche, generiche! Forse avrebbe dovuto dire: ogni istituzione è stata capace di mentirvi! Invece mette le istituzioni religiose “in cima al sudiciume”! Il basso profilo spirituale di Zeitgeist, che probabilmente è più basso di coloro che poi vengono conquistati da questo film: infatti io so di una grande quantità di persone che non praticano la religione, però credono in un' entità suprema, in un Creatore. Invece Zeitgeist vuole mettere in ridicolo il fatto che la religione è stata capace di fare credere che c'è un Essere in cielo che vede tutto! Poi dice che questo Essere ha una lista di 10 cose da non fare (i dieci comandamenti), se no si è condannati all'inferno. Anche qui si rivela l'ignoranza che è a fondamento di Zeitgeist! La religione cristiana esiste da 2000 anni e uno dei suoi principali promotori e diffusori (annunciatori) è stato l'Apostolo Paolo. La teologia di Paolo mette ben in rilievo il valore della fede rispetto alle opere. Non siamo giustificati dalle opere, perché la Legge di Mosè testimonia che l'uomo è peccatore, ma siamo giustificati dalla fede in Cristo! Senza incoraggiare nessuno al peccato, perché poi l'Apostolo Paolo dice: dobbiamo renderci schiavi del peccato che porta alla morte perché non siamo più sotto la legge, ma sotto la grazia? E' assurdo! Allo stesso modo le beatitudini enunciate da Cristo sulla montagna non evocano lo spettro della punizione, ma incoraggiano ad agire positivamente: beati i miti perché erediteranno la terra (non dice il cielo: la terra), beati gli affamati e assetati della giustizia, perché saranno saziati, beati i perseguitati a causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli, beati i misericordiosi, perché otterranno misericordia, beati i puri di cuore che vedranno Dio e gli operatori di pace che saranno chiamati figli di Dio. E beati anche i poveri di spirito che erediteranno il cielo e gli afflitti che saranno consolati! Ce li vogliamo mettere, o no? La pietà di Cristo ce li ha messi! Ecco cosa poi dice il Cristo in Giovanni, cap. 3: “Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo si salvi per mezzo di lui. Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell'unigenito Figlio di Dio. E il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo, ma gli uomini hanno preferito le tenebre alla luce, perché le loro opere erano malvagie. Chiunque infatti fa il male, odia la luce e non viene alla luce perché non siano svelate le sue opere. Ma chi opera la verità viene alla luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio”. Il basso profilo morale di Zeitgeist: si ride della “fede” del Papa che gira con la sua papamobile dotata di vetri antiproiettile. Si pretende che il Papa abbia fiducia nel mondo quando il mondo ha dimostrato di non meritarsi questa fiducia: per ben due volte ha attentato alla sua vita! Parole del Cristo: “Siate semplici come colombe e prudenti come serpenti”! Per quanto io sono convinto che l'iniziativa di dotarsi di una papamobile non possa essere venuta da Giovanni Paolo II, ma dal suo entourage, iniziativa da lodare e non da biasimare, quella di proteggere adeguatamente il loro capo e fratello maggiore, affinché potesse esercitare più tranquillamente il suo ministero, e credere anche lui di più nel Dio che lo ama! Non si fa nessun cenno in Zeitgeist dei martiri cristiani, che hanno difeso e diffuso il cristianesimo testimoniando e dando la vita per esso, come non si parla dei santi e martiri di ogni tempo, anche di oggi, che difendono la fede in Cristo e si battono contro le ingiustizie e contro la povertà, ma si parla di “spargimenti di sangue in nome della religione cristiana”! E' comodo usare questa tesi per scagliarsi contro la “religione”! Anche Bush ha dichiarato guerra al mondo in nome di Dio, ma una persona intelligente fa le sue ricerche senza dare credito alle menzogne di chi ha bisogno di rifugiarsi dietro un alto ideale per compiere i suoi misfatti! Io non voglio difendere la “religione” come istituzione! Io voglio difendere la fede! La fede è connaturata all'uomo, infatti gli uomini di tutte le epoche e di tutte le culture hanno sentito il bisogno di credere in “qualcosa”. Io difendo l'uomo in sostanza!
C'è un gregge che languisce per scarsità di acqua e di erba da mangiare! A) Qualche pecora ogni tanto alza la voce e dice: è inutile che cerchiate i pascoli sempre verdi, che non esistono, è solo la vostra fame e sete che vi fa credere che esistano! Le pecore sono condannate a soffrire per sempre questa mancanza!
B) Una pecora “scienziata” dice: no, la ricerca di pascoli sempre verdi è legittima e non è una pura illusione priva di fondamento: infatti l'organismo della pecora è tale che se nutrita adeguatamente, può stare bene, in pace e non soffrire in quanto la sua natura è soddisfatta!
Gli uomini hanno sempre creduto in Dio, nel destino superiore!
A) Qualcuno dice: è il vostro bisogno che vi conduce a crederci!
B) Qualcun altro dice: no, è la vostra natura di esseri divini spirituali!
Qual è la risposta esatta? Io dico: é la B) in entrambi i casi!
Voglio sfatare il mito che la religione è un surrogato di vita che funziona per le persone semplici, di bassa cultura e superstiziose! E' vero che è per i semplici e per quelli che sono fanciulli di cuore, come ha detto Cristo: Ti ringrazio Padre, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e agli scaltri e le hai rivelate ai semplici e agli umili. Perché così a Te è piaciuto! E ancora: Se non diventerete come i bambini non entrerete nel regno di Dio! Io voglio davvero invitare tutti a leggere e a meditare il vangelo di Giovanni, il “prediletto” del Signore! E' il libro più profondo, spiritualmente, di tutta la Bibbia! Voglio sapere davvero se è un linguaggio, un modo di esprimersi, una sapienza adatta a dei semplici creduloni o se non sono parole che scuotono l'edificio dell'anima di chi le legge con dovuto rispetto e attenzione! Per farla breve, credo di avere individuato due punti per i quali il film Zeitgeist possa avere presa. Zeitgeist è una parola tedesca che significa: “lo spirito del tempo”. Lo spirito del nostro tempo, purtroppo, è di disincanto, di disillusione, ma queste ben vengano se servono a sfatare false idee e conoscenze! Viviamo in un mondo in cui ha predominato l'egoismo e la superficialità. Si è persa la “buona” cultura religiosa (per quella “cattiva” poco male) e anche tra genitori e figli è sceso il gelo, il freddo, l'incomprensione! Un film come Zeitgeist, che vuole mettere a nudo la realtà, almeno ha questa pretesa, è bene accolto di chi non vuole più sentire raccontare storie! Il secondo punto è l'accostamento che fa di Cristo con l'astrologia. L'astrologia è scientificità del passato. Inoltre il sole in passato era venerato come un dio perché dava e dà vita al mondo! Perciò Zeitgeist vuole dire che la credenza in Cristo discende da queste cose che in passato significavano scientificità e religione: dall'astrologia e dal moto del sole attraverso le 12 costellazioni dello zodiaco. Se avesse riflettuto Zeitgeist sul significato della natura umana e divina di Cristo, forse avrebbe trovato la verità? In Cristo le due nature umana e divina coesistono, per volere e disposizione del Padre. Come uomo era soggetto a tutte le limitazioni degli altri uomini, tanto è che ha subito la passione e la morte in croce. La sua statura di uomo non emerge rispetto a quella degli altri uomini, o meglio emerge ma non sommerge quella di altri uomini. Nessuna meraviglia se i simboli che si applicano ad altri e ad altre storie si applicano anche a lui e alla sua storia di uomo! E' il Padre che ha voluto così: Cristo Figlio di Dio uomo tra gli uomini, fattosi uomo per rendere partecipi gli uomini della divinità! Ora non si chiede di credere alla divinità di Cristo, ma di fermarsi un momento! Fermarsi sulla soglia e dire: io non posso dire che Cristo è Dio, ma neanche posso dire a priori che non lo sia! Sono stato testimone della Sua nascita annunciata dagli Angeli? Sono stato testimone dei miracoli avvenuti prima, durante e dopo la vita di Cristo? Sono stato testimone dei segni prodigiosi che lo annunciavano come il Messia, predetto dai tempi antichi e atteso dal popolo ebraico? Sono stato testimone dei suoi miracoli prodigiosi come risurrezioni, guarigioni, moltiplicazioni dei pani e dei pesci, passeggiate sulle acque? Lo ho sentito parlare, ho avuto su di me la percezione della sua pietà, della sua umiltà e verità nelle sue parole, nelle sue azioni, nei suoi gesti, nel timbro della sua voce? Sono stato testimone dei miracoli che hanno accompagnato e sostenuto in seguito la comunità cristiana? E che sostengono in ogni tempo la fede dei cristiani? “Io sarò con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo” egli ha detto! In ogni tempo Cristo sceglie delle anime e si intrattiene con loro, per rivelare il Suo cuore al mondo e per testimoniare che Egli è davvero presente, come aveva promesso! Per esempio Maria Valtorta, che tra l'altro ha lasciato anche 10 volumi di episodi inediti, mai raccontati, della vita del Cristo, insieme a quelli conosciuti e arricchiti di particolari (ricevuti per rivelazione e scritti durante e dopo la 2° guerra mondiale)! O Vassula Ryden, vivente, che rivela, lei, cioè il Signore che parla a lei, lo “spirito del nostro tempo”! Ho mai verificato la mia fede (anche) sulla base di queste rivelazioni? C'è un episodio del vangelo che dice che la folla si era messa a seguire Cristo finché Cristo prende la parola e dice: non è per Me che mi seguite, ma perché avete mangiato quei pani e vi siete saziati. Non per questo pane vado cercato, ma per molto di più! La nostra pretesa scientificità di oggi non si può affatto dire che sia migliore del culto degli antichi popoli che veneravano il sole solo perché dava loro la vita materiale! Così noi diamo la massima importanza al cielo cosmico, al sole, alle stelle, come se tutta la nostra conoscenza e la nostra vita dovesse venire da lì! Mi sembra una scientificità quasi religiosa: il culto di ciò che ci dà vita, ma solo in senso materiale, però, e non in senso spirituale! Allora il messaggio che lascia passare Zeitgeist è che l'umanità di Cristo è solo il riflesso di quella “divinità” che è, anche per noi oggi, il sole nelle sue dodici case dello zodiaco! E non si è capaci di vedere il contrario, cioè non si è capaci di vedere risplendere nell'umanità di Cristo, quel sole spirituale che è Dio e che è lui che dà la luce vera a tutte le cose, anche al sole e agli astri attorno!

4 commenti:

nicomastroo ha detto...

Zeitgeist non si inveta nulla, non cerca di convincere nessuno, riporta semplicemente dei fatti,, spiegandoli, risalendo alla radice di quel avvenimento, ecc...
non capisco la tua analisi in cui dici che di "basso profilo",,, allora UN DATO necessità di qlk profilo spirituale??? vedi tu.. come se io facessi una ricerca sulle cellule staminali e i miei dati dovessero avere un "profilo spirituale"

stefanoulm ha detto...

Che non si inventa nulla non lo so. Cmq il modo in cui riporta i DATI rivela semplicemente il suo basso profilo spirituale. Poteva presentare la religione in mille altri modi, ha riportato quei dati e in quel modo che rivelano il suo spirito.

maumau ha detto...

Pffffffffffff... Per la serie "non-uso volontario del nostro adorato&bel cervello"........ Sisi, credi che ci siano "entità" credi... buona vita, ma il mio benessere contagerà in modo tangibile anche te ;P

stefanoulm ha detto...

@ maumau Tu sei un'entità. Ognuno di noi è un'entità. Allora devo credere in te che sei un'entità? devo credere nell'uomo? Io credo che tu confondi semplicemente l'uso dell' "adorato bel cervello" con il "materialismo". Si può usare il cervello e non essere materialisti: "L'ultimo passo della ragione è riconoscere che ci sono infinite cose che la sorpassano" (Pascal).

Post più popolari